6 dic. A PIENA VOCE. Laboratorio e conferenza-concerto sui canti della Grande Guerra

image_pdfimage_print

“A Piena Voce”, in collaborazione con l’Istituto Ernesto de Martino e Vincanto, promuove una rassegna di film, seminari e canzoni a 100 anni dalla “grande guerra”.

Sabato 6 dicembre, ore 15.30: Laboratorio sui canti della Grande Guerra, a cura di Sandra Boninelli.

Ore 20: Cena Sociale (menù: rigatoni all’amatriciana, arrosto di manzo e fagioli cannellini, dessert)

Ore 22: Conferenza concerto con Sandra Boninelli Cesare Bermani dal titolo: “La tradotta che parte da Novara”.

alle ore 18 interverranno Cesare Bermani, storico e ricercatore nell’ambito della produzione orale popolare, e Sandra Boninelli, cantante impegnata nella rivisitazione del patrimonio del canto popolare, in un seminario dedicato a tutti gli interessati e in particolare al Coro “A Piena Voce” del Circolo Agorà. Al seminario seguirà, alle 20.30, una cena sociale e, alle 22, il concerto di Sandra Boninelli con l’intervento canoro dei “VinCanto”.

Ingresso alle proiezioni gratuito.

Ingresso concerto a offerta.

Solo su prenotazione: laboratorio 15 euro; cena sociale 15 euro; laboratorio + cena 25 euro.

CESARE BERMANI

Storico, tra i fondatori dell’Istituto Ernesto De Martino, ha elaborato un metodo di ricerca basato su fonti orali per lo studio del movimento operaio e della cultura popolare. E’ stato direttore delle riviste “Il nuovo canzoniere italiano” e “Primo Maggio”. E’ inoltre autore di diversi testi teatrali e curatore di molti dischi di canto popolare e di rivolta per i Dischi del Sole.

SANDRA BONINELLI 

Si occupa da 30 anni della raccolta e riproposizione del canto di tradizione popolare, collaborando con l’Istituto Ernesto De Martino di Sesto Fiorentino. E’ sempre stata attiva con numerosi gruppi musicali di canto popolare e di lotta, partecipando, con il Canzoniere Popolare di Bergamo e con il Nuovo Canzoniere Italiano, a numerose manifestazioni canore e di “folk revival” a livello locale e nazionale.

locandina la grande guerra verde

In questi 20 anni di esistenza, il Circolo agorà è stato nella nostra città in prima linea nelle battaglie contro la guerra, parte del suo impegno in una costante attività di resistenza culturale a tutto campo.

Per questo abbiamo deciso di proporre, sul tema della guerra, un percorso che prevede momenti di riflessione e dibattito combinati con una breve rassegna cinematografica e una giornata di approfondimento sulla canzone popolare che si concluderà con una cena sociale e un concerto.

La proposta non è casuale, tanto meno  avulsa dal contesto storico nel quale viviamo.

Infatti, a distanza di cento anni dallo scoppio della I Guerra mondiale, i venti di guerra spirano sempre più forti in diversi scenari del mondo, arrivando a lambire i confini dell’Europa, in un anello di fuoco che attraversa tutto il Nord Africa per arrivare, passando per un Medio Oriente in fiamme, fino all’Ucraina.

Nel pieno di una crisi economica peggiore di quella del 1929, gli Stati Uniti e l’Unione Europea sono di nuovo impegnati in un’escalation di guerra senza precedenti: sotto i loro colpi sono stati distrutti e piegati agli interessi economici e geopolitici occidentali l’Afghanistan, l’Iraq, la Libia, mentre l’ultimo decennio del ‘900 aveva visto il battesimo di fuoco dell’Unione Europea uscita dal trattato di Maastricht, con la totale distruzione della Repubblica di Jugoslavia.

You may also like...