Potere al Popolo Pisa sostiene lo sciopero indetto da USB dei lavoratori dell’aeroporto e del CNR

POTERE AL POPOLO! PISA SOSTIENE LO SCIOPERO DEI LAVORATORI AEROPORTUALI E DEL CNR

Martedì 8 e mercoledì 9 Maggio ’18 si terranno due importanti scioperi a Pisa, indetti dall’Unione Sindacale di base, che interesseranno i lavoratori dell’aeroporto Galileo Galilei e del Consiglio Nazionale della Ricerca.

La vicenda del conflitto tra lavoratori e management del sistema aereoportuale toscano ha riempito le cronache locali degli ultimi anni, trasformandosi oggettivamente in un fatto politico di primo rilievo, perché evidenzia la gravità e il danno sociale prodotto da uno dei tanti processi di cessione al privato da parte di amministrazioni a guida PD (La Regione Toscana e il Comune di Pisa) di un patrimonio pubblico strategico per la prosperità e lo sviluppo dei territori interessati, che mette in pericolo il lavoro, il salario, la salute e i diritti di centinaia di lavoratori, con un aumento dello sfruttamento attraverso turni di lavoro massacranti, mancato incremento del personale nonostante un aumento costante del flusso di viaggiatori, con evidenti rischi per la salute e per la sicurezza di tutti, sino ad arrivare all’ipotesi di accordo sull’esternalizzazione dell’handling aeroportuale e del comparto della Security, e con essi due terzi dei lavoratori di Toscana Aeroporti, con conseguenze nefaste per centinaia di lavoratori impiegati in questo settore strategico nella gestione degli aeroporti di Pisa e Firenze. Queste le ragioni dello sciopero dell’8 maggio.

Al CNR, dopo la lunga occupazione della sede di Pisa per la stabilizzazione di 8.800 precari in tutto il settore della ricerca italiana, che ha dato dei risultati importanti per i lavoratori e per il sindacato che li ha guidati (USB è risultato primo alle ultime elezioni RSU), ci troviamo ora nella situazione paradossale di un Presidente (Inguscio) che non intende cofinanziare il contributo di 40 milioni da parte del Ministero con una cifra equivalente, che permetterebbe la stabilizzazione a Pisa di 1.600 precari. Per pretendere questo cofinanziamento i lavoratori scenderanno in sciopero.

Come giustamente evidenzia il sindacato che promuove i due scioperi, all’origine di questi processi di ristrutturazione, di gestione privatistica e autoritaria dei trasporti e del sistema della ricerca pubblica, ci stanno le direttive europee, che impongono ai governi e alle amministrazioni locali una linea di condotta economica e di gestione delle relazioni sindacali devastante per le maggioranze.

POTERE AL POPOLO! PISA SOSTIENE E AFFIANCHERÀ ATTIVAMENTE I DUE SCIOPERI INDETTI.

Padroni e amministratori pubblici venduti, management e dirigenti di pura emanazione politico/clientelare devono sapere che, da ora in poi, al fianco ai lavoratori in lotta troveranno anche i militanti di Potere al Popolo! Non solo per solidarietà, ma per comunanza di obiettivi e intenti.

Ieri come oggi, si vuol far pagare la crisi del capitalismo ai lavoratori e ai settori popolari, per continuare ad accumulare profitti a favore di imprenditori, manager, finanzieri, politicanti e sindacalisti venduti.

È ORA DI DIRE BASTA A QUESTE POLITICHE LACRIME E SANGUE!
I LAVORATORI PIÙ COSCIENTI INDICANO LA VIA MAESTRA PER FERMARLE:
LA MOBILITAZIONE E LA LOTTA!

Potere al Popolo! Pisa




Sab. 18 maggio: SERATA ANTI MILITARISTA nel centenario della fine della Grande Guerra

SABATO 19 Maggio 2018 AL CIRCOLO AGORA’ DI PISA, via Bovio, 50 – Pisa

SERATA ANTI MILITARISTA nel centenario della fine della Grande Guerra

ORE 20.00 Cena sociale

(Menù: Sedanini alla contadina al profumo d’aringa Trancio di pesce alla griglia al salmoriglio con verdure al forno, Dessert, Acqua e vino)

ORE 22.00 Canti popolari con i Vincanto e i partecipanti al laboratorio

“La guerra sorse come una burrasca”

Cena di autofinanziamento per il circolo agorà 15 € (solo su prenotazione) | Concerto gratuito [050.500442 – 338.4014989 – agorapi@officinaweb.it]

circolo agorà via Bovio, 50 – Pisa
tel. segr./fax 050.500442 – 338.3614966 (da lunedì a venerdì: 9.30-12.30 / 16.30-19.30) agorapi@officinaweb.it – www.agorapisa.it www.facebook.com/circolo.agora/




NESSUN GIRO CON ISRAELE

NESSUN GIRO CON ISRAELE

Martedì 15 maggio 2018 ore 17.30

Presso la Federazione USB Pisa, via Bovio 48

Lo Stato di Israele sta mostrando in queste settimane il suo volto criminale e fascista contro la marcia per il ritorno. Boicottare oggi Israele e ogni forma di legittimazione internazionale delle sue politiche, come il giro d’Italia che quest’anno è partito da Gerusalemme, è necessario.

Assemblea – dibattito con

Bassam Saleh (giornalista palestinese)

Mohammad Kalil (Comunità palestinese Pisa)

Introduce Cinzia Della Porta (Dipartimento Internazionale USB)

A seguire buffet palestinese di autofinanziamento

Falafel, hummus, cous cous, thè (10 euro)

L’iniziativa si inserisce nella campagna nazionale di solidarietà con il popolo palestinese promossa da Federazione Sindacale Mondiale, Unione Sindacale di Base, Noi Restiamo.

Con l’occasione ricordiamo che sabato 12 Maggio 2018 a Roma (partenza da Piazza dell’Esquilino alle ore 15) si svolgerà la manifestazione nazionale per la Palestina




Elezioni RSU nel Pubblico Impiego: Grande affermazione di USB. Il sindacato che serve!

Elezioni RSU nel Pubblico Impiego: Grande affermazione del sindacato che serve.

Al CNR di Pisa siamo il primo sindacato!

Le elezioni RSU nel pubblico impiego appena concluse hanno visto un’importante affermazione dell’Unione Sindacale di Base, a livello nazionale e nella nostra città, nei settori dove siamo presenti.

Il risultato più eclatante della nostra crescita l’abbiamo avuto Al CNR di Pisa, dove l’USB diventa il primo sindacato. Un’affermazione così importante nella più grande sede della ricerca pubblica a livello nazionale, è il riconoscimento alla chiarezza delle posizioni e delle lotte che il nostro sindacato ha portato avanti negli ultimi anni.

Recentemente abbiamo messo in campo un percorso di lotta importante, negli ultimi mesi con l’occupazione di un’aula del CNR di Pisa e l’aver portato la nostra protesta, con scioperi e presidi, ovunque (al MEF,  al MIUR, alla Funzione Pubblica, nella sede centrale) abbiamo fatto passi importanti.

La lotta contro il precariato ha fatto crescere una nuova leva di militanti sindacali e soprattutto ha evidenziato una funzione diversa del sindacato: Il sindacato che dice no alla precarietà, che sostiene la funzione sociale della ricerca pubblica, che non cogestisce con i vertici dell’ente le politiche del governo e dei dirigenti.

USB è il sindacato che ha detto no all’ultimo contratto collettivo azionale di lavoro, firmato da cgil cisl e uil proprio l’ultimo giorno delle elezioni per le RSU. Un contratto che cancella la libertà della ricerca, che taglia diritti e concede in cambio un’elemosina dopo 9 anni di blocco, che predispone la fine delle stabilizzazioni richiamando il jobs act.

Come sempre, la lotta indipendente e contrapposta al sindacalismo filo aziendale e filo governativo rappresentato da cgil cisl uil, la coerenza di classe, la capacità di ottenere risultati concreti, paga.

Negli altri settori del Pubblico Impiego manteniamo e rafforziamo la nostra presenza. Alla Scuola Normale Superiore cresciamo notevolmente, raddoppiando i seggi. All’Università, all’ Agenzie fiscali,  all’INPS e al Tribunale (Ministero della Giustizia) confermiamo in pieno i nostri risultati.

Per la prima volta siamo riusciti a presentare una lista al Comune di Pisa, a testimonianza del progressivo radicamento di un sindacato che trova nuove leve all’interno ma anche all’esterno dei posti di lavoro, attraverso l’attività della nostra Federazione del Sociale sui temi della casa, del reddito, della difesa dei servizi pubblici.

La lotta contro la precarietà, che da sempre ci caratterizza, sia con le lotte aziendali ma soprattutto con la nostra opposizione a tutte le politiche e le riforme che in questi anni hanno fatto della precarietà e della flessibilità l’elemento caratterizzante di un contratto di lavoro.

Diciamo grazie a tutti i lavoratori che ci hanno votato e che insieme a noi costruiscono il sindacato che serve 

USB è il sindacato che serve. Insieme siamo imbattibili.

USB Federazione di Pisa




Festa Fine RSU USB Pisa e inaugurazione della nuova sede




Venerdì 4 maggio 5°assemblea di Potere al Popolo! – Pisa con Giorgio Cremaschi

VENERDÌ 4 MAGGIO ORE 21 

VIA BOVIO 50 C/O CIRCOLO AGORÀ DI PISA.

QUINTA ASSEMBLEA DI POTERE AL POPOLO! PISA

LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE LOCALI, IL NOSTRO POSIZIONAMENTO NELLA TORNATA ELETTORALE E IL NOSTRO PROGRAMMA.

STRUTTURAZIONE ORGANIZZATIVA E OBIETTIVI DI MEDIO TERMINE.

ALL’ASSEMBLEA PARTECIPERÀ 
GIORGIO CREMASCHI 

DEL COORDINAMENTO NAZIONALE DI POTERE AL POPOLO!

 

Report dell’assemblea di Potere al Popolo! – Pisa di lunedì 9 aprile 2018

1) La numerosa partecipazione e la determinazione dell’assemblea svoltasi il 9 aprile ci spingono a consolidare il progetto di Potere al Popolo! a Pisa, nel solco dell’assemblea del 18 marzo e del documento uscito successivamente, dal titolo “Alcune indicazioni dopo l’assemblea del 18 marzo”, nel quale individuiamo gli elementi essenziali per articolare a livello territoriale un proficuo lavoro di radicamento politico e sociale.

2) Alla luce del significativo risultato elettorale ottenuto dalla lista Potere al Popolo! nel collegio di Pisa, con 1.725 voti corrispondenti ad una percentuale del 3,38%, tra le più alte a livello nazionale, si ritiene utile verificare tutte le strade possibili per valorizzare questo risultato anche nelle elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale di Pisa, che si svolgeranno il prossimo 10 giugno ’18.

3) Al fine di valorizzare al massimo tutte le risorse politiche presenti sul nostro territorio per ottenere il miglior risultato possibile nelle elezioni amministrative che ci aspettano, intendiamo verificare la possibilità di costituire una lista di Potere al Popolo! Pisa per le elezioni amministrative in corso a Pisa, proponendo di inserirla nella coalizione Diritti in Comune, appoggiando la candidatura a Sindaco di Ciccio Auletta. Su questo punto l’assemblea delega alcuni suoi rappresentanti a concordare e costruire nel minor tempo possibile un momento di confronto tra Potere al Popolo! Pisa e le forze che compongono l’attuale coalizione “Diritti in Comune”.

4) Potere al Popolo! Pisa risponde positivamente all’appello della federazione pisana USB per una mobilitazione contro le morti sul lavoro, impegnandosi a partecipare attivamente al presidio proposto per mercoledì 11 aprile.

5) Potere al Popolo! Pisa si impegna nella campagna per la raccolta firme sulla Legge di Iniziativa Popolare per le Modifiche agli articoli 81, 97, 117 e 119 della Costituzione, concernenti l’equilibrio di bilancio (il principio del “pareggio di bilancio”), al fine di salvaguardare i diritti fondamentali della persona. Le prossime giornate nazionali indicate per la raccolta firme sono quelle di mercoledì 25 aprile e martedì 1 maggio, giorni nei quali i nostri attivisti e militanti si impegneranno con banchetti e materiale di propaganda a raccogliere le firme sulla LIP in iniziative promosse sul territorio dirette o interne a giornate dedicate alle due importantissime ricorrenze antifasciste e del movimento operaio.

6) Potere al Popolo! Pisa si impegna a promuovere una giornata di solidarietà con il popolo palestinese, che in questi giorni a Gaza sta subendo un nuovo massacro per mano dell’esercito sionista israeliano.

7) Potere al Popolo! Pisa fissa per giovedì 12 Aprile ’18 alle ore 18. una riunione operativa per la costituzione di un coordinamento territoriale, al fine di strutturare in forma permanente l’attività in città, coinvolgendo tutte le realtà politiche e le singole soggettività intenzionate a rafforzare il progetto politico. La presidenza dell’assemblea, in attesa di reperire un luogo fisico esclusivo, si rende disponibile a mettere a disposizione per questi incontri la sede dell’USB provinciale in Via Bovio 48 Pisa, fatto salvo ulteriori proposte.

Altre proposte emerse dall’assemblea sono state: a) costruire anche sui nostri territori forme concrete di mutualismo sociale, attività di sportello rivolte ai vari soggetti sociali di nostro riferimento (lavoratori, disoccupati, precari, donne, migranti e richiedenti asilo, pensionati), con l’obiettivo di costruire nuove case del popolo e centri di aggregazione b) focalizzare l’attenzione sulle problematiche dell’Università e degli universitari, creando forme concrete di intervento sul tema, anche al fine di rompere ogni barriera tra città e università c) intervenire sul tema migranti, richiedenti asilo, per contrastare il delirio di disumanità che sta prendendo il sopravvento a livello istituzionale, mediatico e sociale d) predisporre un nostro programma per le elezioni amministrative, che esprima una nostra idea di città, a prescindere dalla partecipazione diretta o meno alla campagna elettorale e) intervenire sul tema della buona scuola f) intervenire sull’emergenza abitativa, attraverso il blocco degli sfratti e un impegno costante sul tema g) rendere efficiente la nostra comunicazione mediatica, attraverso la costruzione di una nuova mailing list di PaP Pisa e un uso oculato della pagina fb come vetrina del nostro agire quotidiano h) sull’organizzazione interna del coordinamento territoriale l’idea è quella di formalizzare dei portavoce non candidabili, come esclusive figure comunicative all’esterno, riprendendo al momento in via temporanea il meccanismo nazionale. Il coordinamento operativo si propone sia composto da un membro per struttura e tanti quanti i membri di struttura, un numero di persone provenienti dall’assemblea, ovviamente sempre essere aperto ad altre persone che vogliano partecipare, da non confondersi con l’assemblea pubblica, al fine di rendere operative le scelte dell’assemblea, quindi non con valore politico.

Durante l’assemblea è stato letto, su espressa richiesta degli estensori, una Nota della segreteria provinciale di Rifondazione Comunista Pisa sulla convocazione dell’assemblea territoriale di Potere al Popolo del 9 Aprile ’18, nella quale il PRC esprime una posizione di dissenso e delegittimazione dell’assemblea, che ha portato i militanti di quel partito a non partecipare fisicamente all’assemblea stessa. Alla nota è stato risposto in alcuni interventi ascoltabili nella diretta streaming https://www.facebook.com/poterealpopolopisa/videos/2000728586635679/che hanno descritto il percorso inclusivo intrapreso per l’individuazione della data dell’assemblea, percorso al quale ha partecipato anche il PRC cittadino. Il dissenso con questa forza politica è stato sull’Odg, al quale abbiamo ovviato non fissando un Odg in modo da dare a tutti la possibilità di intervenire liberamente. Evidentemente i passaggi formali e l’Odg aperto non sono stati sufficienti a recuperare il dissenso di questa forza politica interna al percorso di PaP. Come evidenziato nel punto 3 di questo report, uno degli obiettivi dell’assemblea è ricomporre un fronte unitario di tutte le componenti di PaP a Pisa, attraverso un incontro con questa forza politica per affrontare anche questa problematica.

Per dare continuità al lavoro sui territori, aggregando il maggior numero possibile di persone, alla luce degli impegni presi nell’assemblea del 9 aprile e delle scadenze che ci aspettano nelle prossime settimane, la prossima assemblea di Potere al Popolo è convocata per venerdì 27 aprile o comunque entro la fine del mese, data che sarà confermata nell’incontro del coordinamento organizzativo di giovedì 12 aprile.




La casa è di chi la abita! Stop sfratti!




Cena di fine corso di Degustazione Vini




Cineforum




Il circolo agorà con la lista elettorale “Potere al Popolo”!

IL CIRCOLO AGORÀ DI PISA CON LA LISTA ELETTORALE “POTERE AL POPOLO!”

LETTERA APERTA DEL PRESIDENTE.

Il prossimo 4 marzo, dopo un lunghissimo periodo nel quale siamo stati governati da quattro esecutivi illegittimi (Monti, Letta, Renzi, Gentiloni), che hanno fatto strage di diritti sociali, politici ed umani, andiamo finalmente alle elezioni politiche generali.

Un passaggio importante, per un paese in balia di una classe politica sempre più nemica delle maggioranze e organica alle oligarchie finanziarie e industriali locali, nazionali ed europee. Una tornata elettorale dalla quale, dopo oltre trenta anni, potrebbe emergere una proposta alternativa al deprimente scenario politico attuale, grazie alla lista Potere al Popolo!

Lanciata dai giovani napoletani di Je so Pazzo, impegnati da anni sui loro territori in attività di solidarietà attiva con i settori sociali più colpiti dalla crisi economica, Potere al Popolo! Ha immediatamente ricevuto una forte risposta in tutto il paese, con oltre 150 assemblee popolari che in poche settimane hanno raccolto singole persone e forze sociali, politiche, sindacali, associative, culturali, tra le quali la Piattaforma Sociale Eurostop di cui il circolo agorà fa parte.

Decine di migliaia di persone, che si spendono ogni giorno in difesa dei diritti sociali, sindacali, politici e culturali di chi non ha rappresentanza nei palazzi del potere. Lavoratori, disoccupati, pensionati, migranti e richiedenti asilo, giovani senza un futuro, malati senza cure, famiglie sotto sfratto e senza casa, studenti costretti in scuole e università fatiscenti, interi settori sociali privati di politiche culturali in grado di contrastare l’impetuoso aumento dell’analfabetismo funzionale.

Tra le migliaia di attivisti e militanti che hanno risposto all’appello di Potere al Popolo ci sono anche i promotori del circolo agorà, ad iniziare da me, che ne sono il Presidente. Nella seconda, partecipatissima assemblea dello scorso 12 gennaio a Pisa, ho accettato la candidatura per la Camera dei Deputati e in questi giorni sono impegnato, insieme a tanti altri attivisti, nella campagna elettorale.

Una scelta collettiva, che attraverso il mio nome intende mettere in primo piano i valori e gli obiettivi che ci siamo dati dal 1994, anno di costituzione del circolo agorà, per i quali ci battiamo ogni giorno, come sanno le decine di migliaia di persone che hanno frequentato la sede di Via Bovio, o sono venuti in contatto con noi nelle innumerevoli iniziative che abbiamo promosso in tutti questi anni nei quartieri popolari, nelle piazze e nelle strade della nostra città e ben oltre i suoi confini.

In questi anni abbiamo sempre difeso la nostra autonomia e indipendenza dal quadro politico / istituzionale che ha governato la città e il paese, evitando accuratamente di coinvolgerci in liste locali e nazionali che non ci rappresentavano. Al governo e all’opposizione abbiamo sempre trovato avversari diretti e interni, dai quali ci siamo tenuti lontani.

Oggi la situazione è cambiata profondamente. Chi governa è in evidente crisi di egemonia e cerca di trovare, di nuovo, una via di uscita “bipartisan”, che probabilmente partorirà l’ennesima “Grosse Koalition” voluta dall’Unione Europea. L’opposizione di “sinistra” si è liquefatta per i gravissimi errori degli ultimi venticinque anni, quella a 5 stelle si è adeguata velocemente e indecorosamente ai richiami di Bruxelles e della peggiore narrazione xenofoba e liberista.

Nello scenario politico si è creato quindi un potenziale spazio per chi non ha, da troppo tempo, rappresentanza politica ed istituzionale. Uno spazio da riempire, ed in fretta, cercando di ricacciare indietro i sentimenti di rancore e disperazione che serpeggiano tra la nostra gente, e che potrebbero velocemente ingrossare le fila di una destra reazionaria che torna pericolosamente alla ribalta in tutta Europa.

Ci batteremo con tutte le nostre forze perché il 4 marzo questo spazio venga riempito dai voti e dai candidati di Potere al Popolo! Ma, indipendentemente dal risultato delle urne, abbiamo deciso di intraprendere una strada che andrà ben oltre quella data.

Potere al Popolo! rappresenta una nuova, importante tappa di un cammino che abbiamo intrapreso da tempo, a livello politico, sindacale e socio/culturale.

Occorre dare una rappresentanza politica ed istituzionale indipendente alle nostre classi sociali, per contrastare le politiche di lacrime e sangue imposte dall’Unione Europea e realizzate concretamente dai governi nazionali e locali, come ha dimostrato in questi anni la Giunta Filippeschi a Pisa, sempre al fianco delle multinazionali, dei palazzinari, delle corporazioni imprenditoriali e commerciali, dei baroni universitari e dei manager pubblici e  privati, della base di camp Darby e della militarizzazione dei nostri territori. Politiche a favore dei ricchi e contro i poveri, che caratterizzano indistintamente governi e amministrazioni locali di destra e di finta “sinistra”.

Il nostro circolo conosce molto bene queste politiche perché colpiscono direttamente il tessuto associativo di base e indipendente, ma soprattutto migliaia di lavoratori, pensionati e poveri presenti sui nostri territori, ai quali si nega una casa, mentre migliaia di abitazioni rimangono vuote, si lesinano contributi sociali stornando immense risorse a favore di opere inutili e dannose come il People Mover. Fasce sociali che non vengono protette da un sistema sanitario locale sempre più inefficiente a causa delle “razionalizzazioni” imposte dall’Unione Europea, applicate dai governi centrali, realizzate con passione dal Presidente della Regione Toscana Rossi e infine implementate dalla locale “Società della Salute”.

Politiche che aumentano la schiera dei poveri, contro i quali si utilizzano i famigerati Daspo urbani e la polizia. Hanno prodotto miseria e ora la nascondono con il manganello.

Contro queste politiche, per mandare a casa definitivamente una classe dominante che sta rovinando il paese e i nostri territori, chiediamo ai soci, sostenitori e amici del circolo agorà di andare a votare, mettendo una croce sul simbolo di Potere al Popolo!

Il 4 marzo dalle urne può uscire un segnale favorevole per le lotte il lavoro e contro la disoccupazione, per pensioni dignitose e contro la distruzione del sistema sanitario, per il diritto alla casa e contro gli speculatori, per il diritto allo studio contro la distruzione del sistema scolastico e universitario, per un reddito sociale minimo contro la miseria dilagante, per il diritto alla cultura contro l’analfabetismo.

Dipende da ognuno di noi.

Valter Lorenzi

Presidente pro tempore del circolo agorà di Pisa.

Candidato nelle liste di Potere al Popolo